Buon Halloween a voi!

{Read in English...}

buon Halloween a voi!
Sono a casa tutta sola con la mia Bailey: mi è venuto un raffreddore pazzesco e, dovendo partire domani per il ponte, ho deciso di non muovermi. Peccato, almeno con una cenetta mi sarebbe piaciuto festeggiare Halloween!

Ne approfitterò per editare le foto per un post che pubblicherò domattina, prima di partire.

Buona serata a voi, godetevi i dolcetti ;)

Nuovo header per Kilara Creation

{Read in English...}

È con grande gioia che oggi vi mostro il frutto della mia seconda commissione!
Questa volta si tratta di un header (ovvero l'intestazione), per il blog di Francesca: Kilara Creation.
nuovo header per Kilara Creation
Lei è una bravissima perlinatrice (e non solo), il suo blog è stato fra i primi in assoluto che ho iniziato a seguire quando, 5 mesi fa, è iniziata la mia avventura nel mondo del blogging.

Francesca voleva qualcosa di fresco e pulito, disegnato da me, che riprendesse il suo amore per tutte le perline che utilizza (tonde, biconiche e le delica, quadrate) e la sua bella gattona, Cocca.
I colori da lei richiesti erano lilla e verde menta.
Dopo aver concordato su bozza e palette di colori che le ho proposto, il mio lavoro è cominciato e nell'arco di qualche giorno siamo arrivate ad un risultato soddisfacente per entrambe.
La mia proposta per la palette di colori. Fonte: Design Seeds
Su Kilara Creation ora è anche presente uno degli sfondi a pois che avevo condiviso qualche giorno fa. Ci sono ancora modifiche che la proprietaria sta portando avanti, ma intanto trovo che si stia muovendo nella direzione giusta per dare una personalità più definita al suo spazio creativo.

Ringrazio ancora Francesca per la fiducia accordatami: io vado abbastanza fiera del risultato e sono contentissima di aver creato qualcosa per lei!

Ispirazioni autunnali e il mistero dell'orecchino scomparso

{Read in English...}

Oggi volevo mostrarvi due paia di orecchini che mi piacciono molto e che indosso spesso...
ispirazioni autunnali e il mistero dell'orecchino scomparso
Il primo paio è composto da perle in ceramica smaltate, pietre dure verde menta, piccolo cristallo swarovski in chiusura e minuteria argentata. Mentre li componevo pensavo ai bellissimi colori e alle forme delle ghiande...
ispirazioni autunnali e il mistero dell'orecchino scomparso
Questi altri sono un po' più piccoli, davvero portabili e facilmente abbinabili. Anch'essi creati intorno a perle in ceramica, con l'aggiunta di swarovski color champagne e minuteria bronzea, che richiama i motivi delle foglie.

Poco fa ho vissuto una mezz'ora buona di angoscia a causa di questi orecchini, che prima di fare le foto avevo messo nel mio astuccio; sono andata a farmi un caffè e al mio ritorno uno di essi mancava all'appello!
Non lo trovavo da nessuna parte, ho pure temuto che la mia micetta se lo fosse ingoiato... paura che si è ingigantita quando Bailey è andata in bagno a fare un rigurgitino (sorry...)! Stavo per prendere tutto e correre dal veterinario, quando mi è venuta, per così dire, l'ispirazione...
Ho riguardato meglio nell'astuccio e l'orecchino era lì, tranquillo e innocuo.
A mia discolpa posso dire che il mio risveglio non era stato dei più tranquilli, con le sirene che di solito suonano quando c'è l'allarme esondazione (vivo proprio di fianco al fiume Bacchiglione, quello che ha causato disastri in Veneto nel 2011). Perché suonavano oggi che c'è il sole lo ignoro, probabilmente per esercitazione.

Comunque sia, evitando di dare ulteriore voce alla mia demenza, vi auguro un buon inizio settimana... sperando che sia meno agitato del mio!
Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina:
Linky Party 2013

Sfondi a pois {gratuiti}

{Read in English...}

sfondi a pois gratuiti
Dopo il post di ieri, ho pensato di creare qualche "basicissimo" modulo per sfondi a pois da condividere con voi, tutti a fondo bianco, declinati in alcune colorazioni che mi piacciono.
I file sono minuscoli, ma una volta inseriti come sfondo nel modello del blog faranno il loro dovere...


Se volete utilizzarli, mi farebbe molto piacere se me lo faceste sapere con un commento, così che io possa passare a trovarvi e vedere il risultato! Sarebbe molto apprezzato anche se mi lasciaste il vostro follow, ma ovviamente non è obbligatorio ;)
Linky Party C'e' Crisi

Come scegliere lo sfondo del blog #2

{Read in English...}
come scegliere lo sfondo del blog 2
Torniamo a occuparci dello sfondo/background del nostro blog!
So che questo post esce con un po' di ritardo e mi dispiace, ma ricordate di cos'avevamo parlato nella puntata precedente? Avevamo visto quali sono i pro e quali i contro a seconda che si scelga uno sfondo a tinta unita o un pattern. Oggi vedremo cosa fare, ma soprattutto cosa NON fare, in entrambi i casi.

“Amo il minimalismo e ho scelto una tinta unita come sfondo, cosa devo evitare?”

NON USARE I COLORI RGB PREDEFINITI
Tanti anni fa esistevano delle limitazioni nella quantità di colori universalmente riconosciuti dai browser: per questo i siti anni Novanta presentavano quei colori sgargianti e fastidiosi, perché erano quelli sicuramente supportati dalla maggior parte dei monitor in circolazione al tempo!
Non c'era la possibilità di scegliere liberamente come ora, bisognava fare di necessità virtù. Ringraziamo che ora non sia più così e facciamo buon uso dei fantastici mezzi che abbiamo a disposizione! Nessuno, o quantomeno, nessuno che navighi in Internet da almeno qualche anno, troverà mai piacevole l'uso di questi colori:
come scegliere lo sfondo del blog 2
Sono troppo accesi, danno fastidio agli occhi, ma soprattutto “sanno di vecchio”. Insomma, evitateli! Guardate quanto, ad esempio, sono più gradevoli queste varianti:
come scegliere lo sfondo del blog 2
Naturalmente potete scegliere anche tinte più vivaci se il vostro blog non è adatto a colori soft per via degli argomenti che trattate (o magari perché siete dei virili omaccioni)... ma non quelle tinte, mai!
Tenete presente questa regola non solo per gli sfondi, ma per qualsiasi elemento presente nel vostro blog, font in primis.

“Pffft, che noia la tinta unita! Voglio un bel pattern come sfondo, cosa devo evitare?”

La volta scorsa avevamo già visto che è meglio evitare pattern troppo carichi e/o a diretto contatto col testo, perché rischiano di distrarre e togliere leggibilità. Abbiamo anche visto che il file non dev'essere troppo pesante, o inevitabilmente lo sfondo finirà di caricare dopo i contenuti. Vediamo cos'altro bisogna evitare.

NON USARE IMMAGINI PROTETTE DA DIRITTI D'AUTORE SENZA AVERE I PERMESSI
Questo è chiaro a tutti, vero?! Se un'immagine è su Google non significa che sia a disposizione di chiunque, aggratis. È facile che qualcuno l'abbia creata per lavoro e ciò va rispettato nella maniera più assoluta.
Ovviamente se creiamo da noi i nostri contenuti o ce li facciamo creare ad hoc siamo al riparo da ogni contestazione, dando anche un valore aggiunto al nostro design! Nel caso in cui ciò non fosse possibile, controlliamo sempre le condizioni d'uso del materiale che vogliamo usare e rispettiamole. Se un contenuto è scaricabile a pagamento e intendiamo usarlo, paghiamolo senza cercare scorrette scorciatoie.

NON USARE FOTO (O DISEGNI) CHE SI RIPETONO
È una cosa comune nei siti “non professionali”, e non si tratta di un espediente molto elegante.
come scegliere lo sfondo del blog 2
Questo non è proprio l'ideale per uno sfondo...
Se avete foto o illustrazioni che amate e volete mostrare ai vostri lettori, perché non creare piuttosto una bella galleria? Gli utenti potrebbero apprezzarle molto di più, invece che trovarsi di fronte a uno sfondo pesante e distraente...
Oppure si può adottare qualche stratagemma per usare l'immagine a pieno schermo, senza che si ripeta. Spero di fare un tutorial per la prossima puntata in merito a questo argomento!

NON USARE UN MODULO CHE, RIPETENDOSI, NON RISULTA UNIFORME
Cercherò di spiegare cosa voglio dire con qualche esempio. Prendiamo un semplicissimo motivo a pois. Una piccola immagine (modulo) che, quando nel nostro modello impostiamo come sfondo, si ripete per tutta la finestra del browser, sia in orizzontale che in verticale (solitamente questo avviene in automatico, se non abbiamo modificato l'apposita istruzione in CSS).
Però, per dare l'illusione di continuità al nostro occhio, questo modulo dev'essere tagliato correttamente!
come scegliere lo sfondo del blog 2
Se adoperiamo un modulo con un piccolo (anche minuscolo) bordo, anche questo si ripeterà, formando dei quadrati o rettangoli ben individuabili. Non è esattamente il massimo, non è quello che dovremmo volere...
come scegliere lo sfondo del blog 2
Un altro inconveniente che vedo spessissimo è l'uso di un modulo i cui bordi “combaciano male”. L'immagine può sembrare ritagliata bene, ma i pois interi ai bordi si ripeteranno troppo vicini nel pattern! Cosa fare allora?
come scegliere lo sfondo del blog 2
Tagliando a metà i pois del bordo esterno del modulo, il pattern risulterà corretto! Questo naturalmente è un esempio, ma da qui spero sia chiara la logica che sta dietro a un pattern funzionante. Ciò che finisce a destra del modulo deve andare a formare un elemento coerente combaciando con ciò che comincia a sinistra; stessa cosa per alto e basso. 
Questi problemi che abbiamo visto (come anche quello delle immagini che si ripetono) possono sfuggire a chi usa monitor piccoli o basse risoluzioni, ma chi vi legge da schermi grandi lo vedrà benissimo, quindi fate attenzione! A volte si può risolvere tutto ritagliando meglio l'immagine del modulo. A volte come fare è intuitivo, altre un po' meno e bisogna andare per tentativi. L'importante è accorgersene e provare a rimediare!

E anche per stavolta è tutto! Abbiamo visto che:
  • se scegliamo uno sfondo a tinta unita, dobbiamo evitare i “colori RGB” (troppo carichi e legati agli albori del Web);
  • se scegliamo un pattern, dobbiamo evitare che sia troppo forte e a contatto diretto col testo, evitiamo anche che sia una foto o illustrazione che si ripete e facciamo in modo che il modulo si ripeta correttamente, senza stacchi come margini bianchi o discrepanze nel motivo;
  • i diritti d'autore vanno sempre rispettati!
Altre lezioni:
1. Cenni generali.
3. Come usare un'immagine che occupi l'intera finestra del browser come sfondo.
4. Implementazione.

Vi piacciono gli sfondi a pois? Ho creato qualche modulo che potete utilizzare, se volete. Li trovate qui.

A presto!

Un copri-trasportino semplice ed economico

{Read in English...}

Ieri ho voluto mostrarvi i miei acquisti di Abilmente. Tante cosine con cui creare gioielli... ma non solo!
Ad esempio, ricordate la stoffina a pois? L'avevo cercata per un motivo ben preciso e, tornata a casa dalla fiera, ci ho subito fatto quel che volevo: un copri-trasportino per la mia micetta Bailey.
un copri-trasportino semplice ed economico
Quando siamo andati a prenderla a Cremona, poverina, lei era tutta spaventata. Per tranquillizzarla, a un certo punto avevo provato a mettere il mio coprispalle intorno al trasportino. Ottima idea: Bailey si era sentita più al sicuro, ben presto aveva iniziato ad annusare in giro e cercare la mia mano per le coccole.
Perché allora non crearle una bella copertina apposta per proteggerla durante i nostri spostamenti?
Io e il cucito non andiamo molto d'accordo, perciò l'ho fatta semplice.
un copri-trasportino semplice ed economico
Una stoffina di feltro non richiedeva di essere imbottita, nè bisognava obbligatoriamente farci l'orlo. È stato sufficiente comprarne un metro (a un prezzo davvero irrisorio), poi a casa prendere le misure, tagliar via l'eccesso e praticare un'incisione per far uscire la maniglia del trasportino.
Più semplice di così...
un copri-trasportino semplice ed economico
Adesso ho anche un bello scampolo di feltro a pois, che potrò utilizzare a piacimento quando mi verrà l'ispirazione...
Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina:
Linky Party 2013

Abilmente: la mia 'seconda volta'

{Read in English...}

Devo ammetterlo, erano mesi che aspettavo con ansia l'edizione di ottobre di Abilmente, famosa fiera vicentina dell'handmade. Questo nonostante l'incredibile affluenza (leggi: metti in conto di passare ore e ore stritolata come una sardina in mezzo agli stand!), con la consapevolezza che presso gli espositori più popolari non sarei riuscita nemmeno ad avvicinarmi.
Però, eh, però... certo che ne ho fatti di acquisti! Ho risparmiato per tutta l'estate a questo scopo. Quasi tutto ciò che ho comprato è stato nell'ottica di far scorta in vista dell'apertura del mio negozietto su Etsy.

Quando partecipai alla scorsa edizione di Abilmente, con l'esperienza di una che aveva appena imparato a fare un nodino col filo metallico, ero letteralmente impazzita e, abbagliata dalla quantità e varietà di materiali, mi ero buttata prevalentemente su pietre e perline. Poi ovviamente non avevo di che assemblarle!
Questa volta posso dire di aver fatto uno shopping più oculato e in qualche modo complementare al precedente: mi sono concentrata su catenelle...
 Fili, chiodini, occhielli, chiusure...
Abilmente: la mia seconda volta
Monachelle e perni per orecchini...
Abilmente: la mia seconda volta
 Materiale per le creazioni in pasta polimerica...
Abilmente: la mia seconda volta
 Ho anche acquistato qualcosa che spero mi tornerà utile per i pacchetti...
Abilmente: la mia seconda volta
Notare i tamponi per timbri che s'intonano ai colori del blog :D
 E poi, ovviamente, qualcosina di più sfizioso, come fialette...
Abilmente: la mia seconda volta
Charms...
Abilmente: la mia seconda volta
Queste bellissime perle color caffellate, praticamente regalate all'ingrosso...
Abilmente: la mia seconda volta
Basi per calamite e un metro di questa stoffina di feltro a pois...
Abilmente: la mia seconda volta
Proprio con questa stoffa ho già creato qualcosa di molto semplice ma molto utile: diciamo che si tratta di un regalo. Cosa ci ho combinato esattamente? Lo scoprirete presto...

Questo è tutto! Beh... più o meno... ;P
Anche a voi capita di farvi distrarre dalle "cose carine", rischiando di trascurare i materiali base?
E voialtre che siete state ad Abilmente: com'è andato lo shopping? Avete partecipato a qualche corso?
Raccontatemi, che sono curiosa!

Tine the Lazy è arrivata su Facebook

Tine the Lazy è arrivata su Facebook
Pensa che ti ripensa, gira che ti rigira, alla fine la fanpage me la sono creata anch'io!

Non ho mai avuto un rapporto particolarmente idilliaco con la grande F: trovo che vada a cozzare con la mia riservatezza, però sia la mia famiglia che molti dei miei amici vivono a centinaia di chilometri da me e questo mezzo può aiutare a tenersi in contatto.
Non nego le potenzialità di Facebook, che sono enormi: ho anche fatto un ricchissimo seminario di comunicazione e marketing su questo social network, quindi un pochino dovrei anche saperlo sfruttare... Mah, vedremo!

Orsù dunque, se vi va, venite a “spolliciare in su” la mia pagina qui. :)

DIY portacandela 'zucca'

diy portacandela zucca
{Read in English...}

Buongiorno! Accidenti se il tempo passa veloce: la prima metà di ottobre mi è volata via. Significa che Halloween è alle porte ed è il momento di prepararsi!
So che a qualcuno di voi non piace, ma io sono molto affezionata a questa festa: trovo che permetta di esprimere grande creatività con le decorazioni, i gioielli e la cucina!

Oggi io e la mia 'BlogPal' Barbara di Manimente condivideremo con voi un piccolo tutorial ciascuna per prepararci a questa notte stregata.

La mia proposta consiste in un portacandele in pasta polimerica a forma di zucca, reso scintillante dagli inserti di brillantini (quelli per unghie li potete reperire in qualsiasi negozietto 'tutto a 1 euro' o simili).
Le candele ad Halloween non possono mancare, non trovate?!




OCCORRENTE:
diy portacandela zucca
  • pasta polimerica arancione
  • candela
  • brillantini per unghie neri e colorati (io li ho scelti sul verde)
  • pinzetta
  • colla universale

PROCEDIMENTO:
diy portacandela zucca
diy portacandela zucca
Ammorbidite la pasta polimerica e formate una bella palla uniforme.
Appoggiatela sopra un foglio e con la candela 'schiacciatela' in cima, per formare l'alloggio.
diy portacandela zucca
Ora creiamo i solchi della zucca. Io ho usato un ball tool (che uso SOLO per la pasta polimerica, non per il cibo!), ma se non l'avete potete usare il retro della pinzetta, oppure il retro arrotondato di una penna.
Rifiniamo con le dita la nostra zucca e assicuriamoci che l'alloggio non si sia troppo allargato, altrimenti, una volta cotta la pasta, la candela cadrà!
Inforniamo il portacandela a 130 °C per 30 minuti. Quando si sarà raffreddato, passeremo alla decorazione.
diy portacandela zucca
Mettiamo un goccio di colla universale su un pezzo di carta.
Con la pinzetta, prendiamo un brillantino e immergiamone il retro nella colla.
diy portacandela zucca
diy portacandela zucca
Applichiamolo quindi alla zucca. Ripetiamo l'operazione per tutte le 'gobbe'.
Facciamo la stessa cosa coi brillantini colorati al di sotto, poi ancora con quelli neri.
Una volta asciutta la colla, il nostro portacandela è pronto.
diy portacandela zucca
Spero che il tutorial vi sia piaciuto e che sia stato abbastanza chiaro!

Barbara invece ci mostra come preparare un portadolcetti molto carino, perfetto anche per i più piccoli.
diy portacandela zucca
Per il tutorial, passate da lei!
Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina:
Linky Party 2013

Commissione sito + blog: Bocconcini Canini

{Read in English...}
Bocconcini Canini
Finalmente sono pronta a mostrarvi un lavoro a cui ho dedicato tanto tempo ed energia: si tratta del sito e del blog per Chiara, una mia carissima amica che sta portando avanti una piccola, originale attività: i Bocconcini Canini sono snack per cani, creati a partire da ingredienti biologici (talvolta addirittura di produzione familiare) sotto controllo e approvazione del veterinario di fiducia della loro ideatrice.
Vi ho incuriositi? Andate a trovarla allora, sia sul sito che sul blog!
commissione sito + blog: Bocconcini Canini
Il mio lavoro non consisteva solo nel creare per Chiara sito e blog: mi sono occupata (e mi sto ancora occupando) dell'identità di Bocconcini Canini a tuttotondo: dalla creazione del logo alla stesura dei testi del sito, passando per il fotoritocco sulle immagini che mi sono state fornite e per la creazione della grafica con Illustrator.
Chiara aveva esplicitamente avanzato due richieste: che il logo fosse lilla e che la nuova identità del suo brand richiamasse lo stile anni Cinquanta. Per il resto mi ha dato carta bianca.
Che dite, ci sono riuscita?
commissione sito + blog: Bocconcini Canini
Il sito contiene una carrellata dei Bocconcini che Chiara sta continuando a sfornare, anche in vista del suo prossimo mercatino. L'ho reso responsivo (ovvero cambia a seconda che venga visualizzato su schermo o su cellulare), cosa per me molto importante. Poi c'è il blog (che ora sinceramente le invidio), che la mia cara amica ha già iniziato ad utilizzare autonomamente.
L'esperienza su Blogger è per lei assolutamente inedita: vi andrebbe quindi di passare a trovarla sul blog, se vi piace seguirla e lasciarle un saluto? Aiutatela a crescere perché lo merita!

Ci tengo immensamente a un vostro parere, anche perché questa è la mia prima commissione (se escludiamo il sito per mia cognata Marilena, che è stato il mio progetto d'esame per il corso di web design).
È stato un lavoro impegnativo, che forse richiede ancora di essere perfezionato, ma che comunque mi ha insegnato molto e che spero apra qualche strada sia a me che a Chiara: a me per future commissioni, a lei per accogliere nuovi clienti (umani e a quattro zampe).

PS. Colgo l'occasione per ringraziare Simona di Io, Me & Design per lo spazio che mi ha dedicato sul suo bellissimo blog, con un'intervista che potete trovare qui.
Grazie ancora Simona ♥
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...