Marzo

Sono giorni che provo a scrivere questo post, che avrebbe dovuto essere il consueto riepilogo delle piccole cose che mi hanno allietata durante il mese di marzo. Ogni volta che pensavo a un cosmetico o a una leccornia di cui parlarvi, però, mi veniva una fitta allo stomaco.
Non voglio risultare una persona pesante, soprattutto qui sul blog... Non riesco tuttavia a sorvolare su un triste avvenimento legato al mese appena trascorso.

Sapere di un incidente fatale mentre sei lì, sorseggiando un tè, davanti alla pagina delle notizie di Facebook, per qualche minuto ti strania. Quando vedi tutti quei messaggi sulla bacheca di un amico, dapprima pensi “accidenti, è il suo compleanno e me ne sono scordata”. Poi ti ricordi che il suo compleanno è appena passato, che infatti gli avevi fatto gli auguri dopo che lui, per pura gentilezza, ti aveva aiutata a risolvere una questione tecnica di lavoro.
Allora pensi “avrò capito male”, giusto per quei pochi secondi che ti occorrono per rileggere più e più volte i contenuti di quei messaggi lasciati in bacheca da amici e parenti.
Poi, per un po', arriva il vuoto. In mezzo a quel nulla ti domandi se sia il caso di finire quel tè che stavi sorseggiando, ormai gelido. Arrivano altri pensieri sconnessi e irrilevanti, mentre le lacrime iniziano a scendere e tu resti lì, senza sapere cosa pensare. Cosa sia opportuno pensare.

Non ho un buon rapporto con gli addii: si sarà capito.

Gala non era nemmeno un mio amico nel senso stretto: era un mio compagno di avventure in World of Warcraft. Di persona ci saremo visti un paio di volte, in occasione dei nostri raduni; a voce avremo parlato una decina di volte, tra Skype e Team Speak. Ma era tra quelli con cui avevo legato di più. Era una persona buona, ma non di quei buoni incapaci d'ironia. Era una di quelle persone che riescono a far sorridere di fronte allo sfacelo.
So di certo che, al di là del gioco, aveva una mente brillante: quel tipo d'intelletto che qui in Italia non solo è fuori dal comune, ma non viene neanche valorizzato a dovere.
Durante la nostra ultima chiacchierata avevamo parlato di ritrovarci a giocare un po' tutti assieme, in occasione della prossima espansione di WoW. Sarebbe stato bellissimo.

Ciò che ho, per così dire, preferito dopo questo avvenimento è stato fare un breve tuffo nel mio passato di gamer, sfogliando vecchie immagini dei nostri raid, stralci di conversazione così assurdi da meritare un print screen, qualche video che ho realizzato...
Bei ricordi, anche se amari.

Vi chiedo scusa: davvero avrei preferito non scrivere questo post, ma non sono riuscita a passare oltre, ricapitolando questo mese facendo finta di niente. Vi chiedo anche scusa per la poca costanza con cui in questo periodo ho risposto ai commenti.
Domani vi aspetto con qualcosa di molto più allegro: promesso!

22 commenti:

  1. Hai fatto bene a scrivere questo post, se è quello che sentivi di fare.
    Questo è uno spazio tutto tuo e puoi condividere quello che preferisci, senza dover chiedere scusa, anche i momenti più dolorosi, come questo. Uno di quei momenti che non si vorrebbero mai vivere.
    Ti abbraccio forte Tine.
    Daniela

    RispondiElimina
  2. Guarda Silvia, non ti scusare per questo post bellissimo, che mette in risalto quanto possano diventare belle e sentite le amicizie online...
    Ti capisco per lo smarrimento, a me è successo però per un bimbo di quasi 5 mesi che è volato in cielo perchè affetto dalla forma più grave di SMA...Questo mese di marzo a quanto pare ha lasciato dei vuoti in giro...
    Tu sei anche questa, piena di tutti questi sentimenti e per cui non devi scusarti...ti vogliamo bene anche per questo ♥

    RispondiElimina
  3. Ciao Silvia, a me ha fatto tanto piacere leggere questo post, nonostante il dolore che traspare. Questo è uno spazio personale, non so fino a quanto si possa fingere sempre che tutto vada bene anche quando non è così. Non dobbiamo sempre far ridere o essere allegri. Io mi sono rivista nelle tue parole, ho vissuto queste tremende sensazioni, anche se alcuni anni fa...in questo mondo virtuale, così vasto e dispersivo, non siamo poi così diversi, non siamo poi così soli...:) Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Quanto mi dispiace...un abbraccio forte forte...

    RispondiElimina
  5. non scusarti se hai bisogno di far sfogare le cose brutte...anche scrivere un post come questo aiuta a guarire.
    un abbraccio cara

    RispondiElimina
  6. Mi dispiace moltissimo .... hai fatto bene a scrivere questo post, la condivisione è anche questo.
    Ciao, a presto ....

    RispondiElimina
  7. Non ti devi scusare di niente,è il tuo spazio e scrivi quello che ti senti,se a qualcuno non piace passerà oltre.
    Capisco il tuo stato d'animo,a me è capitato con un mio ex con cui eravamo rimasti in buoni rapporti,un maledetto incidente d'auto l'ha portato via.Passano tante cose per la testa e ti rendi conto che oggi ci siamo, e domani chissà.per questo dobbiamo godere di ciò che abbiamo adesso ed esserne felici!

    RispondiElimina
  8. Io davanti a queste immense tragedie resto sempre senza parole.......

    RispondiElimina
  9. Brutto momento....un abbraccio forte cara Silvia.

    RispondiElimina
  10. Grazie di cuore per la vostra vicinanza anche in momenti così... Vi sento sempre accanto :)

    RispondiElimina
  11. Mi dispiace tantissimo...ti sono vicina anche io!

    RispondiElimina
  12. invece ahi fatto benissimo a scrivere questo post..a volte tirare fuori ciò che si prova aiuta anche se solo un pochino..mi dispiace tanto tantissimo....ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  13. Hai fatto benissimo a scrivere questo post, il blog serve anche a questo secondo me... ♥

    RispondiElimina
  14. Il Maestro era un grande stregone, un grande paladino, un brillante ingegnere, ma soprattutto una bella persona. Si dice che "sono sempre i migliori quelli che se ne vanno", a volte è solo una frase fatta, ma in questo caso no, in questo caso è andata proprio così.
    - Lo gnomo in primo piano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Phil... è quello che non sono riuscita a fare a meno di chiedermi più e più volte.
      "Ma perché proprio una persona come lui, che aveva così tanto da offrire e così tanto da meritare?" Domande che tanto cadono nel vuoto e quindi meglio cercare di non porsele.
      Grazie per essere passato. Buon weekend :)

      Elimina
    2. Buon w/e anche a voi, e tanti auguri a te ^^

      Elimina
  15. mi spiace per quel che è successo, queste cose lasciano sempre un gran brutto vuoto, in qualche modo ancora di più quando succedono a persone che hai conosciuto virtualmente e che quindi per un motivo o per l'altro sei riuscito a sentire principalmente così..
    ti mando un abbraccio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro... Purtroppo quando ci si conosce così e si vive a distanza spesso ci si dice "dai, dobbiamo trovarci" o "sarebbe bello tornare a risentirsi come prima, più avanti lo faremo". Invece per un motivo o per l'altro non è mai possibile.

      Elimina
  16. Caspita Silvia! Io sono stata lontana dal tuo blog (e da tutti in realtà) e torno a leggerti con questo post così dolce anche se tratta di un addio così amaro da digerire. La vita è anche questo purtroppo... mi viene da dire che questi momenti ci devono insegnare a godere del tempo che abbiamo con le persone perché è l'unica cosa certa! Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  17. Cavolo Silvietta, vengo dal lasciarti un messaggio stupidino su G+ e mi trovo questo post qui sul blog... mi dispiace per Gala e rinnovo quello che ho detto su G+, tvb. alex

    RispondiElimina
  18. Ciao Silvia, anch'io arrivo a scoppio ritardato.
    Mi spiace tanto...non c'è niente da dire quando succedono cose così, perchè il silenzio che riempie i cuori è l'unica cosa che sembra avere senso. Forse questo addio ti farà vedere le cose che ti circondano in maniera diversa. O forse no. La cosa importante è ricordare sempre chi se n'è andato, io penso sia l'unico modo per far continuare a vivere almeno una piccola parte di loro. Sembra banale, ma sono certa che è così. ♥

    RispondiElimina

Ti ringrazio per il tuo commento: mi stai dedicando due minuti del tuo tempo e lo apprezzo immensamente!
I commenti vengono modrerati, perciò non sono visibili appena inviati.
Mi riservo il diritto di cancellare messaggi:
• offensivi, diffamatori e/o volgari;
• a sfondo esplicitamente politico;
• pubblicitari;
• che richiedono 'follow 4 follow': seguimi se ti fa piacere, io farò altrettanto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...