Cambiare dominio - FAQ

{Read in English...}
Cambiare dominio - FAQ
Da quando ho comprato il dominio ho ricevuto parecchie mail con domande, dubbi e perplessità sull'argomento. Io stessa, quando si è trattato di fare il puntamento per il mio blog, avevo qualche timore. Solo di recente ho capito cosa dovevo fare per far tornare a funzionare Adsense e per riottenere i Rich Pins {in realtà avevo fatto tutto giusto, peccato che Pinterest ci abbia messo un sacco di giorni a convalidare la mia richiesta}.
Per questo, prima di spiegare come effettuare il puntamento, in questo post proverò a chiarire qualche dubbio.
Cercherò di non usare termini tecnici e probabilmente le mie definizioni for dummies faranno accaponare la pelle a qualsiasi sfortunato sistemista che dovesse imbattersi in questo post, comunque spero di riuscire a fugare ogni dubbio a chi si pone le seguenti domande {e poi c'è da dire che io non sono di questo settore, quindi portate pazienza...}.
  • Ma cosa cavolo è 'sto benedetto dominio?!
    Un dominio, o meglio, un nome di dominio, è un indirizzo che conduce a un determinato sito web, che a sua volta è ospitato su un determinato spazio server.
    Ad esempio, http://www.tinethelazy.com è un nome di dominio che punta al server di Google dov'è ospitato il mio blog.
  • Per quale motivo dovrei voler acquistare un nome di dominio?
    Rispondo copiando in parte quel che avevo scritto a un'altra blogger qualche giorno fa.
    Un buon motivo per acquistare il dominio è che sbarazzarsi del .blogspot.it conferisce a un sito molta più autorevolezza e "professionalità", togliendo quell'alone di amatoriale che i domini palesemente free hanno.
    Mi spiego meglio: se io cerco un'informazione, per esempio, sullo svezzamento {trattandosi di un mommy blog}, magari cerco su Google e tra i risultati trovo come fonti un blog .blogspot.it e l'indirizzo di un sito con un dominio vero e proprio. Di primo acchito, su quale link cliccherò? Nella maggior parte dei casi direi sul secondo, perché mi aspetto che da parte di qualcuno che ha investito nel suo spazio io possa ottenere informazioni più verificate.
    Aggiungo che in generale, finché stiamo parlando di un blog personale di cui ci occupiamo per il puro gusto di avere un blog, si può anche fare a meno del nome di dominio acquistato. Tuttavia se il blog è anche solo in parte un mezzo per farci conoscere la nostra piccola attività commerciale, consiglio di prendere in seria considerazione l'idea: i nomi fanno parte dell'immagine di un'attività a tutti gli effetti...
  • Dove posso acquistare un dominio da associare al mio blog?
    Io ho utilizzato GoDaddy, ma ci sono anche 1&1, EasyDNS e tanti altri. Spesso su questi siti ci sono delle offerte limitate, perciò date un'occhiata in giro.
  • Come funziona l'acquisto del dominio?
    Dovrete scegliere il nome. Nel caso di un dominio di primo livello, che è quello che la maggior parte di voi potrebbe volere, l'indirizzo sarà composto da un nome, ad esempio il nome del vostro blog scritto tutto attaccato, e da un'estensione finale come .it, .com, .net, etc. Nel caso in cui tale dominio fosse già preso, il sito su cui state facendo la registrazione vi avvertirà e dovrete cambiare qualcosa.
    Di solito per mantenere il nome di dominio si paga un'annualità {mediamente il costo si aggira sui 10 euro}, allo scadere della quale, se non rinnovata, il vostro nome sarà disponibile a chiunque altro voglia acquistarlo.
  • Ma io volevo esattamente quel nome di dominio che è già stato preso! Perché non posso registrarlo anch'io?
    I nomi di dominio sono globalmente univoci: il che significa che in tutto il mondo non è possibile averne due identici che puntano a siti differenti. Se il nome del vostro blog risulta occupato sia come .it che come .com può essere frustrante, lo capisco. Ma bisogna passare oltre e trovare un'alternativa.
  • Io però mi trovo così bene su Blogger, con l'interfaccia di Blogger... Se cambio dominio cosa succede?
    Assolutamente nulla! Il vostro blog continuerà ad essere ospitato su Blogger e l'interfaccia sarà il medesimo. Stiamo parlando di nomi di dominio, cambiare host è un discorso diverso. Questo problema si porrebbe se, ad esempio, decideste di passare a Wordpress.
  • Ma se un giorno decidessi di passare a Wordpress dopo aver associato il dominio al blog di Blogger? Lo perderei?
    No! Sarà sufficiente ripuntare il dominio verso il server dov'è ospitata la nuova versione del vostro blog.
  • Cosa succede al posizionamento su Google del mio blog di Blogger, dopo il cambio di dominio?
    In linea di massima, nulla. Al momento del cambio di dominio, Blogger reindirizza in automatico tutto il traffico attraverso un sistema che si chiama Redirect 301 (o Redirect permanente). Questo fa in modo che a livello di SEO vi cambi poco o nulla. Anzi, in un secondo momento il vostro blog potrebbe anche guadagnare posizioni sulla pagina dei risultati di ricerca di Google, se avrete scelto un buon nome di dominio...
  • Dovrò cambiare tutti i link all'interno del blog contenenti il vecchio indirizzo?
    Sempre per il discorso del redirect 301 in Blogger, no! Tutto continuerà a funzionare come prima. Ovviamente vi consiglio di aggiornare gli URL sui profili dei vostri social network, perché ovviamente il vostro nuovo nome di dominio suonerà meglio e farà più effetto di quello vecchio. In fondo è per questo che lo avete acquistato, no?!
  • I miei lettori perderanno i feed?
    No. Questa era una paura che avevo anch'io, invece ho constatato che i feed continuano a funzionare correttamente senza bisogno di cambiare alcuna impostazione {questo discorso vale per Blogger; per gli altri CMS come Wordpress devo informarmi meglio}. Probabilmente i vostri lettori abituali non si accorgeranno del cambio di dominio se non dopo che glie l'avrete fatto notare voi :P
  • Cosa succede agli annunci pubblicati con Adsense?
    Dopo il puntamento del dominio, i vostri annunci Adsense non verranno più visualizzati, lasciando solo uno spazio bianco. Per ripristinarli bisogna seguire una procedura che vi spiegherò in un prossimo post.
  • E se decidessi di acquistare più nomi di dominio? Ad esempio "mioblog.it" e "mioblog.com"? Che vantaggi ne avrei e cosa dovrei fare per reindirizzarli al mio blog?
    Il vantaggio sarebbe che nessuno potrebbe acquistare l'altro dominio con diversa estensione finale, creando confusione per l'utente che vi cerca e che potrebbe incappare nei contenuti dell'altra persona anziché nei vostri. Inoltre, se un lettore cercasse il vostro blog digitando l'indirizzo nella barra del browser, vi arriverebbe sia che scriva .it o .com {se acquistiamo entrambi questi nomi di dominio, ovviamente}. A volte ci sono delle offerte per l'acquisto di una determinata estensione. Ad esempio, quando ho acquistato il dominio io, il .com era in offerta a poco più di 1 euro...
    Se acquistiamo due nomi di dominio, ne sceglieremo uno "primario" da associare al blog, mentre col secondo effettueremo un reindirizzamento al primo. Vedremo come fare più avanti.
Spero di essere stata esauriente, ma nel caso in cui mi fosse sfuggita qualche altra questione da chiarire lasciatemi un commento: l'aggiungerò alle FAQ.
Nei prossimi post vedremo come puntare un dominio al blog di Blogger: a titolo di esempio userò GoDaddy, perché è il sito da cui ho effettuato io l'acquisto.
In seguito parleremo di come sistemare Adsense perché ricominci a pubblicare gli annunci.
Linky Party C'e' Crisi

47 commenti:

  1. Interessante Silvia, penso di fare il cambio di dominio nel 2015! Terrò ben a mente questo post e in caso ti farò qualche altra domanda se ci dovesse essere bisogno ;*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nuovo anno, nuovo dominio? ;D
      Beh, anch'io volevo fare il passaggio a inizio 2014... poi è slittato tutto {come mio solito} proprio perché avevo dei dubbi su alcune questioni, feed in primis.

      Elimina
  2. i tuoi post oltre che utilissimi sono sempre spunto di riflessione.
    grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa doppiamente piacere! L'acquisto del dominio non è solo una questione tecnica, secondo me riguarda molto anche l'immagine che si vuole dare al proprio blog, soprattutto se questo è una vetrina delle proprie creazioni...

      Elimina
  3. Ci sto pensando sempre più seriamente, devo guardarmi in giro per i prezzi, finora è la cosa che mi ha fatto titubare di più...
    Seguirò con molto interesse anche i prossimi consigli, grazie per il post!
    Daniela - Mani di Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela! Se decidi di acquistare un dominio spero che tu possa trovare una buona offerta, com'è stato per me qualche settimana fa :)

      Elimina
    2. Ho fatto un giretto per i siti e ho visto un paio di offerte interessanti.
      Ho notato però che spesso le offerte sono per il primo anno, dopodiché aumenta il prezzo per quelli successivi.
      A questo punto mi sorge un dubbio: è possibile cambiare provider, in modo da poter sfruttare sempre l'offerta migliore?

      Elimina
    3. Ero abbastanza convinta che, una volta lasciata scadere l'annualità per l'acquisto del dominio, si potesse passare a un altro registar senza problemi. In realtà la situazione puù essere un po' più complessa. Intanto può esserci un lock sul dominio per evitare che qualcuno possa appropriarsene indebitamente. Poi c'è tutta un'altra serie di questioni che ti risparmierei, perché secondo me il succo del discorso è che per 5 euro l'anno risparmiati non vale la pena di affrontare tutta questa trafila XD Però se t'interessa approfondire ti lascio un link che spiega quali sono questi ostacoli caso per caso.
      http://blog.domainname.com/how-to-transfer-a-domain-name-to-another-registrar/
      Buon weekend Dani!

      Elimina
  4. Ciao Tine!
    Interessante, in effetti quando fai una ricerca ti fidi istintivamente di un dominio professionale come i .com .net....anche io ci stavo pensando. Sono andata sul sito che hai menzionato, ho cercato il dominio che vorrei per il nuovo blog (o meglio per il blog che ho rimodernato e personalizzato) ed è oltre che disponibile con un ottimo prezzo! a 2,99€ ! Così poco...ma solo l'iscrizione...giusto?

    Roby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con ogni probabilità si tratta proprio del prezzo della prima annualità per il dominio che hai scelto! Mi sembra un ottimo affare :)
      Devo assolutamente passare a vedere questo restyling appena ho un minuto ;D

      Elimina
    2. Ne sono proprio fiera eh! :)
      Ho parlato ad un amico di questi domini da acquistare....mannaggia, lui li conosceva già, dice che GoDaddy presenta dei problemi nella visualizazione del sito con differenti browser e mi ha parlato di mydomain, che è americano ed è il più affidabile. Anche quest'ultimo ha delle offerte interessanti e costa poco.

      Elimina
    3. O_O !!
      Devo essere onesta, non mi è chiaro come un servizio di acquisto domini possa dare problemi di visualizzazione cross-browser... Si tratta solo di un dominio da puntare, la struttura del sito non viene toccata...
      Forse il tuo amico si riferiva al servizio di site builder offerto da GoDaddy, ma sono abbastanza certa che il problema non piò riguardare il puntamento di un dominio su un sito/blog preesistente...
      Comunque se hai trovato una buona offerta su Mydomain, anche meglio così :)

      Elimina
    4. Veramente è più allettante quella di GoDaddy :-D
      Non so di preciso a cosa si riferisse...anche io non è che sia un asso nella gestione di siti ecc...anzi!

      Elimina
    5. Mah allora mi sentirei di rassicurarti su GoDaddy... Davvero non vedo come possano esserci problemi di questo genere col semplice acquisto del dominio :)
      Ho anche provato a "googlare" la cosa, per essere sicura al 100% (visto che appunto non sono sistemista), ma non ho trovato nulla. Soltanto un articolo che parlava di qualche problema cross-browser col programmino per costruire siti di GoDaddy.

      Elimina
  5. Grazie mille Tine! Come sempre sei stata molto chiara anche per chi, come me, non ci capisce una ciuffola di queste cose <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fidati che ho studiato molto anch'io, ero piuttosto ignorante in materia e ora mi fa piacere condividere quel che ho capito :D

      Elimina
  6. Ok, ho capito...questo me lo devo stampare e studiare con evidenziatore, matite colorate e concentrazione massima!
    Grazie Silvia, sei una miniera inesauribile!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh mamma, devo fare le interrogazioni a sorpresa poi? :P

      Elimina
  7. Sei stata chiarissima,e di certo è utile avere un proprio dominio,ma io sono troppo pigra per fare queste cose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non volevo certo farvi sentire in obbligo di acquistare il dominio, ci mancherebbe ;)

      Elimina
  8. Devo studiarmi meglio sta cosa del Redirect 301 che era l'unico motivo che mi tratteneva dal fare il passaggio ad un nuovo dominio. In effetti, ho sempre dato per scontato che cambiare indirizzo avrebbe creato problemi non solo ai link interni che io uso un sacco sul blog, ma anche ai link esterni, tenendo conto di tutte le blogger che ogni settimana mi linkano in occasione dei linky party e la mia firma nel footer dei blog delle mie clienti. Avevo il timore che i link esterni risultassero come broken links e non avevo intenzione di contattare tutti e chiedergli di aggiustarli. Quindi questa tecnologia fa tutto da sola? Grazie per l'informazione!

    Buon inizio settimana e ti aspetto al linky party di domani, anche se non ho tanta voglia di mettermi ad organizzarlo adesso ,0

    Bacio, Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente sì Alex, tutti i redirect dai vecchi link sono permanenti e automatici. Chi ha già inserito link ai tuoi post sul proprio blog non dovrà cambiare nulla per farli funzionare.
      Se scrivi "tinethelazy.blogspot.it" vedrai che il mio vecchio URL continua a funzionare: viene semplicemente reindirizzato all'indirizzo attuale.
      Un bacione!

      Elimina
  9. Questo post è bellissimo, utilissimo e pure chiarissimo... adesso lo condivido ( anche su TW :P ), ma lo sai io sono una "schiappablogger", forse comprerò il dominio nel 2000MAI! Buon lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente grazie!
      Ma il 2000MAI non era quest'anno?! ;D

      Elimina
  10. Sono anni che accarezzo l'idea, ma penso sempre di non essere abbastanza professional!!! Grazie di avermi ricordato perchè ha senso farlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati Elettra! E comunque "professional" si diventa... :)

      Elimina
  11. waw questo post è veramente pieno di informaziomi e utilissimo!^_^...terrò presente tutto questo in caso volessi acquistare un dominio!!!
    Grazie bella!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  12. Ciao arrivo dal Linky Party di Alex.. ho uno "pseudo" blog a conduzione familiare dove mi piace scrivere dei miei pastrocchi creativi, ma sopratutto mi piace scrivere perché sono logorroica per natura così almeno mentre scrivo tengo la bocca chiusa. Grazie al tuo blog, che avevo già scoperto sempre tramite C'è crisi, c'è crisi! sto imparando un sacco di cose. Non so se e quando le metterò in pratica però credo che sia molto bello questo tuo condividere nozioni e conoscenze con noi! Grazi mille, buona giornata! Giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E cos'è una "pseudo" blog? ;D
      Comunque è vero, i blog sono magnifici luoghi dove lasciar sfogare la logorrea, io stessa ne sono un caso emblematico...
      Felice di esserti d'aiuto con qualche post.
      Buona giornata anche a te Giorgia!

      Elimina
  13. Ciao Tine, grazie per l'ennesimo utilissimo post.
    Pensavo che comprare un dominio costasse moooooolto di più.... magari ci penserò.
    A presto. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà sono cifre abbordabilissime, soprattutto trovando qualche offerta! E se una cifra è abbordabile per la sottoscritta, generalmente lo è per chiunque XD

      Elimina
  14. Sempre molto utili i tuoi post, Tine. Non so se penserò mai di comprare un dominio, ma ho comunque appreso cose che forse un giorno potrebbero essermi utili. Anche io come Daniela pensavo che un dominio costasse molto di più!
    Ciao,
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola! Secondo me queste sono cose che per un blogger è bene conoscere, perché non si sa mai che non si decida di percorrere questa strada, in futuro.
      Personalmente avrei voluto avere le idee più chiare in proposito già parecchio tempo fa, però è anche vero che "non si nasce imparati"...
      Buona giornata :)

      Elimina
  15. O.O eh?
    Ihihihihi! Scherzi a parte, sei stata chiarissima! Per ora mi fermo un gradino prima, in futuro chissà... =p
    Un abbraccione

    RispondiElimina
  16. Io ho deciso di fare il passaggio più o meno un anno fa, e se tornassi in dietro lo farei anche prima.. Ma sai quanto mi piace vedere il com.....
    Un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  17. Se fai le interrogazioni a sorpesa, sappi già che io non mi alzo!!!!!! : D
    Anche a me piacerebbe percorrere quella strada, ma mi sento ancora troppo insicura, capisco davvero troppo poco di tutto questo, anche se il tuo post ha rischiarato un po' le cose...
    Diciamo che se prima era nebbia fitta ora è foschia!!!! già qualcosa no? ; )
    Però ci vedo ancora troppo poco!
    Un bacio

    RispondiElimina
  18. Ciao Tine, chiarissima ed esauriente come sempre! Anche io ci sto pensando... Mio marito mi pressa: "e se qualcuno ti ruba rosaeturchese.it/com, più avanti come farai". Lui guarda al futuro, io continuerò ad informarmi e a leggerti, ovviamente! Un abbraccio e grazie per la condivisione!!! Valeria

    RispondiElimina
  19. Ottimi consigli!! Se un giorno decido di cambiare dominio ritornerò a ripassare il tuo post ^^

    RispondiElimina
  20. Silvia, se non ci fossi dovrebbero inventarti!
    I tuoi consigli sono sempre utilissimi ed adesso accarezzo l'idea di avere un mio .com, anche mio marito mi sta spronando, domani quando rientro mi guardo un po' in giro.
    L'unica cosa che mi trattiene è la sensazione che dopo che hai fatto il primo contratto poi sei intrappolata, se non continui con loro ti possono vendere il dominio col tuo nome e questo non mi piacerebbe molto ma non mi sembrano prezzi assurdi, anche se fosse 10 euro all'anno il rinnovo mi sembra ragionevole, ne spendo molti di più per scemate che potrei fare a meno ...
    Non ho capito bene la cosa della privacy, se vuoi che i tuoi dati, indirizzo, mail, telefono non siano pubblici devi pagare un'aggiunta, io non ho niente da nascondere ma sinceramente mettere tutto così in piazza mi fa un certo effetto, tu cosa hai fatto?
    Grazie
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Norma! Da questo discorso comunque non ci si svincola, internet e i domini funzionano così. Ci sono dei gestori che offrono i servizi necessari a registrare i nomi univoci e gestire i DNS e per questo dobbiamo pagarli. In fondo, a ben rifletterci, direi che è più che giusto. Per questo, superata ogni remora, a mio avviso queste considerazioni non dovrebbero ostacolare la decisione di registrare il tuo nome di dominio.
      Loro comunque non "ti vendono" il nome di dominio, semplicemente al mancato rinnovo questo diventa disponibile a un altro utente che lo desidera. Sta a lui cercarselo, però.
      Il discorso della privacy, legato alla possibilità di ricercare i dati della registrazione tramite Whois, può essere un attimo più fastidioso. Se cerchi "whois tinethelazy", comunque, troverai solo il mio nome e cognome e l'IP ai server di Google. Niente numeri di telefono o altri dati personali strani. L'informazione che se ne può ricavare è la data di scadenza della registrazione del mio dominio, ovvero la data entro cui devo fare il rinnovo. Se uno volesse soffiarmi il nome, insomma, saprebbe in che arco temporale potrebbe provare a muoversi! Nel mio caso, non credo ci sia la coda per registrare "tinethelazy", quindi la cosa non mi fa nè caldo nè freddo :P
      Se avessi pensato che il mio nome poteva essere ambito, invece, avrei acquistato il servizio per mascherare le informazioni da whois. Mi pare si trattasse di un paio di euro.
      Diverso il discorso per quanto riguarda il mio portfolio, in hosting su Aruba: lì sì che compaiono indirizzo e numero di telefono! Infatti sto pensando di riacquistare il servizio per la privacy su Aruba, quando l'avrò rimesso a nuovo.
      Spero di esserti stata utile. Buona giornata!

      Elimina
  21. Utilissimo, grazie
    Non ho capito molto però l'ultima parte riguardante l'hosting su Aruba.
    Che cosa ci metti?
    Io non lo uso per cui penso che non mi dovrei preoccupare ma magari uso qualche alternativa e non so che i miei dati sono pubblici.
    Grazie
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aruba è un portale che permette di acquistare spazio hosting e nomi di dominio. Non lo uso in relazione al blog (quindi la cosa non dovrebbe coinvolgerti, a meno che tu non abbia altri siti), ma per un sito dove espongo i miei lavori di grafica e web (al momento è work in progress, comunque l'indirizzo è silviaprenna.com).
      Quando ci s'iscrive si ha la possibilità di aggiungere la privacy whois. Io non l'avevo presa perché... diciamo che ero un po' al verde XD Però visto che da lì i miei dati personali sono rintracciabili, magari in un secondo momento aggiungerò il servizio.
      Col nome di dominio che ho comprato su Godaddy per il blog, invece, dei miei dati personali si vede solo nome e cognome.

      Elimina
    2. Grazie ancora per le delucidazioni, sei sempre chiarissima.
      Oggi ho provato a comprare il mio dominio, ero quasi arrivata alla fine ma dopo avermi chiesto il codice fiscale, indirizzo, telefono ecc. mi chiedeva le liberatorie per la privacy,
      ho 3 opzioni per "Informazioni e acquisizione del consenso per l’elaborazione dei dati ai fini della registrazione del nome di dominio e per la visibilità su Internet", alla prima devo rispondere per forza sì, la seconda è facoltativa ma non capisco cosa voglia dire "Consenso per l’elaborazione dei dati personali ai fini della diffusione e dell’accessibilità via Internet
      La parte interessata, dopo aver letto la precedente informativa, acconsente all’elaborazione alla diffusione e all’accessibilità via Internet, come definito nell’informativa. Il consenso è facoltativo, ma il mancato consenso non permette la diffusione e l’accessibilità dei dati via Internet.", da quello che ho capito si riferisce a whois, è vero?
      Cosa succede se dico di no? Da quello che ho capito niente.
      Perché mi vengono questi dubbi?
      Ho paura a finalizzare che poi se sbaglio qualcosa non posso tornare indietro, c'è il servizio di assistenza è vero, però per me pur lavorando nell'informatica questo è arabo.
      Spero di non romperti più le scatole ma ti ringrazio per il tuo prezioso aiuto
      Ciao
      Norma

      Elimina
    3. Qui parlo per metà per quello che so e per metà per deduzione, ma temo che il mancato consenso al trattamento dei dati personali faccia sì che l'attivazione dei servizi stessi non sia possibile.
      Escludo che non mettere la spunta a quella clausola serva a qualcosa per la privacy Whois: se bastasse quello, non venderebbero il servizio privacy in aggiunta!
      La morale della favola è che i dati personali servono al funzionamento stesso dei servizi legati al DNS; una volta forniti, ci si può tutelare con l'aggiunta di opzioni per la privacy.
      Andrebbe richiesta una conferma da qualcuno che si occupa di diritto perché non posso darti una garanzia del 100% su questo, ma temo che se non dai il consenso a quella clausola rischi di acquistare il dominio e poi non poterlo utilizzare.

      Elimina
  22. Comprato!
    Grazie
    Adesso vado a leggere le tue istruzioni per collegarlo a Blogger
    Ciao

    RispondiElimina
  23. Mi unisco al coro per dirti che il tuo post è davvero utilissimo, chiaro e lo ripongo subito nella mia lista "link utili"! Per ora il mio blog è ancora "in cerca di sè stesso" ma chissà, in futuro potrei pensarci ad acquistare anche io un dominio, pechè no! Grazie Tine <3

    RispondiElimina

Ti ringrazio per il tuo commento: mi stai dedicando due minuti del tuo tempo e lo apprezzo immensamente!
I commenti vengono modrerati, perciò non sono visibili appena inviati.
Mi riservo il diritto di cancellare messaggi:
• offensivi, diffamatori e/o volgari;
• a sfondo esplicitamente politico;
• pubblicitari;
• che richiedono 'follow 4 follow': seguimi se ti fa piacere, io farò altrettanto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...